rinnovo bando sistemi di gestione certificati

29 Apr 2022

Imprese Pisa, nuovi contributi per l’adozione di sistemi di gestione certificati

Anche per il 2022 la Camera di Commercio di Pisa supporta aziende e consorzi nell’adozione di sistemi di gestione certificati con sostanziosi contributi a fondo perduto.

Una buona notizia per le imprese della Provincia di Pisa: dal 3 Maggio sarà possibile richiedere voucher da utilizzare per l’adozione di sistemi di gestione certificati. 

Un’opportunità da non perdere per tutte quelle aziende che hanno intenzione di migliorare ulteriormente il proprio sistema di lavoro adottando uno dei sistemi di gestione elencati nel bando. 

Ma il bando della Camera di Commercio di Pisa non è una novità nel panorama delle iniziative per la competitività delle imprese: già lo scorso anno erano stati concessi vari contributi, ma con un tetto di spesa diverso da quello attuale. 

Vediamo allora insieme tutti i dettagli del nuovo bando. 

Misura del contributo e spese ammissibili

I contributi a fondo perduto vengono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, al lordo della ritenuta d’acconto del 4% e con un tetto di spesa massimo compreso tra i 2.500 e i 5.000 euro in base alla certificazione che si ha intenzione di implementare.

Le certificazioni ammesse sono elencate all’art.4 del bando (che puoi scaricare CLICCANDO QUI), e nello specifico si tratta di:

  • Sistema di gestione per la qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001;
  • Sistema di gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori secondo le norme ISO 45001; 
  • Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni secondo la norma UNI EN ISO/IEC 27001;
  • Sistema di gestione ambientale secondo le norme UNI EN ISO serie 14000 (tutte le tipologie)
  • Sistema di gestione della responsabilità sociale secondo la norma S.A. 8000;
  • Sistema di gestione dell’energia secondo la norma ISO 50001;
  • Accreditamento S.O.A.;
  • Certificazioni per marcatura CE prodotti;
  • Certificazione Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione UNI ISO 37001:2016;
  • Certificazione BRS (Global Standard for Food Safety) e IFS (International Food Standard); 
  • Certificazione UNI CEI 11352:2014;
  • Certificazione UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018;
  • Certificazione Made Green in Italy;
  • Product Environmental Footprint (PEF) con critical review; 
  • Certificazione di prodotto UNI 11427 per “pelli e cuoi a ridotto impatto ambientale”;
  • Certificazioni riconosciute dalla Fondazione ZDHC come indicatori di conformità alla ZDHC Manufacturing Restricted Substances List (ZDHC MRSL);
  • Certificazione Leather Working Group (LWG) per concerie (compreso rating “Audited”), per commercianti (“Audited Trader”) e per terzisti (“LWG Approved Subcontractor”); 
  • Certificazione di conformità/professionali.

Tra spese agevolabili sono comprese quelle di consulenza, di formazione del personale (nell’ambito della realizzazione degli interventi) e quelle relative al rilascio delle certificazioni e/o dell’attestazione S.O.A..

Vengono invece escluse tutte le spese di rinnovo e adeguamento di certificazioni già acquisite in precedenza. 

Come già anticipato, le agevolazioni saranno sotto forma di voucher in conto esercizio e riguarderanno tutti gli interventi avviati dopo il 1 Gennaio 2022. 

Soggetti beneficiari e requisiti di ammissione

Possono fare domanda per richiedere il voucher tutte le imprese e i consorzi che rispettano i seguenti requisiti di ammissione:

  1. essere iscritti al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Pisa e avere la sede nella Provincia di Pisa; 
  2. essere attive e in regola con la denuncia di inizio attività al Rea della Camera di Commercio di Pisa; 
  3. essere in regola con il pagamento del Diritto annuale (la regolarizzazione successiva alla presentazione della domanda non sarà ritenuta valida); 
  4. non avere debiti scaduti verso la Camera di Commercio e non essere soggette ad amministrazione controllata, straordinaria senza continuazione dell’esercizio, a concordato preventivo, a fallimento o a liquidazione; 
  5. essere in regola con l’obbligo di iscrizione di una PEC attiva e funzionante al Registro delle imprese. 

Modalità di presentazione della domanda

Per poter beneficiare degli aiuti messi a disposizione dalla Camera di Commercio di Pisa è necessario essere registrati al sito www.registroimprese.it e inviare la domanda in modalità telematica attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese“ all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov a partire dalle ore 12 del 3 Maggio fino alle ore 14 del 30 Giugno 2022. 

I contributi verranno concessi in base all’ordine cronologico di ricezione delle domande e fino al completo esaurimento dei fondi. 

Anche tu vuoi partecipare al nuovo bando dedicato alle imprese?

Con Federterziario Toscana hai un team a tua disposizione che ti accompagnerà in tutte le fasi del processo di adozione di sistemi di gestione certificati, compresa la domanda di accesso al bando. 

CONTATTACI E RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA! Chiamaci allo 05711738102 oppure invia un email all’indirizzo consulenza@federterziariotoscana.it.

I nostri uffici si trovano a Empoli (FI) loc. Terrafino in via VIII marzo, 8.

A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *